escursioni imperdibili islanda

Escursioni in Islanda: le mete Imperdibili per gli amanti del Trekking 

Conosciuta come la “Terra di ghiaccio e di fuoco”, l’Islanda è un territorio tanto grande quanto spettacolare. La presenza di montagne innevate insieme a vulcani, di ghiacciai e laghi bollenti, cascate e sorgenti termali come i geyser, oltre che lunghe distese di lava, la rende una meta perfetta per gli amanti della natura e della scoperta. Impossibile non notare il contrasto paesaggistico dovuto alla presenza di rocce laviche ricoperte di neve che contribuiscono a rendere ancora più suggestive le escursioni in Islanda all’insegna del trekking. 

Se l’idea di un’avventura tra i paesaggi islandesi per percorrere lunghe camminate vi entusiasma ma volete anche vedere altro, con un viaggio organizzato in Islanda potete concedervi anche una visita nella splendida città di Reykjavik o la possibilità di ammirare le tantissime specie di animali nell’oceano, come le balene e i delfini. 

Come prepararsi alle escursioni in Islanda di Trekking?

Se questo viaggio alla scoperta delle bellezze naturali dell’Islanda è la vostra prima esperienza di trekking, sappiate che una buona escursione inizia dalla vostra preparazione fisica e organizzativa. A prescindere dal tempo e dai km impiegati, ogni percorso intrapreso tra i sentieri islandesi, richiede preparazione fisica ma anche mentale, poiché l’alternarsi del clima nel giro di 24 ore può arrivare fino alle 5-6 volte, mettendo così alla dura prova anche i più forti d’animo. È bene ricordare infatti che ci troviamo  al limite del Circolo Polare Artico, dove anche una giornata estiva può godere di una bella nevicata! 

Per non lasciare nulla al caso, prima di imbattersi in questa esperienza, sarà bene ottimizzare l’attrezzatura e far sì che non pesi più di 15-20 kg e portare con sé:

  • una tenda impermeabile ultra leggera
  • un sacco a pelo
  • stoviglie
  • cartucce di gas con bruciatore
  • coltellino svizzero
  • accendino
  • coperta impermeabile
  • materiale da toilette
  • kit pronto soccorso 

Ricordate che è molto importante vestirsi a strati, con materiale caldo ma soprattutto indicato per il tipo di attività. L’impermeabilità è un fattore imprescindibile così come anche dei sandali, vista la possibilità di guadare alcuni corsi d’acqua. 

3 mete da non perdere se vuoi fare un’escursione di Trekking in Islanda

Il sentiero delle sorgenti calde: trekking nel Laugavegur

Ci troviamo nel sud ovest dell’Islanda e per compiere questo percorso, abbastanza semplice, ci vogliono 4-5 giorni, poiché lungo circa 55 km e con un dislivello di max 500 metri. In linea generale questo sentiero può esser fatto sempre, anche se consigliamo il periodo che va da giugno ad agosto come quello migliore

Laugavegur è una regione montuosa alle pendici del vulcano Hekla, ricca di calde sorgenti e abbellita da montagne colorate e distese di lava. Per arrivare a destinazione, ovvero la valle glaciale di Porsmòrk, si può camminare in mezzo agli spettacolari ghiacciai. 

La forza imponente delle cascate di Dettifoss

Sentire mai parlare della forza indescrivibile della natura e voi però non riuscite ancora a farvene un’idea? Un’escursione di trekking alle cascate di Dettifoss è l’occasione giusta. Il percorso per arrivare presso questa meraviglia naturale inizia dalla strada 864, in direzione di Asbyrgi, si percorre un sentiero di lava solidificata, tra pietre basaltiche e qualche cespuglio qua e là, fino a destinazione. Rimarrete a bocca aperta: ben 500 metri cubi di acqua al secondo trascinati giù per le cascate con un balzo di 45 mt, che trascina con sé fango, sedimenti, ghiaccio e vapore acqueo. Lo spettacolo è suggestivo: arcobaleni che spuntano dalla nebbia, sbuffi di fumo che arrivano da sotto per la potenza del getto. 

Il parco nazionale di Vatnajokull e i diversi paesaggi 

Nella parte sud-orientale dell’Islanda si trova il ghiacciaio più esteso di tutta Europa: Vatnajokull, che con la sua calotta glaciale occupa da solo l’8% dell’isola. Immancabile quindi la varietà di paesaggi al suo interno: si arriva persino al mare seguendo dei tratti pianeggianti. Sotto la coltre di ghiaccio sono ancora presenti i vulcani attivi, che negli anni passati hanno eruttato provocando lo scioglimento di alcune parti del ghiacciaio. 

Così come sono variegati i paesaggi altrettanto lo sono i sentieri, che presentano difficoltà diverse a seconda della vostra esperienza:

  • “easy path” è un percorso dalla superficie liscia, adatto a tutti. 
  • “challenging path” prevede tratti lunghi e scoscesi, la presenza di fiumi e ruscelli da guadare. Adatto a chi è più allenato.
  • “difficult path” è un percorso dai pendii rapidi e barriere rocciose da arrampicare, ovviamente per i più esperti.

All’interno dell’area del parco nazionale di Vatnajokull sono inoltre presenti anche dei tragitti per persone con disabilità. 

Continua a seguire il blog di Sartoria del viaggio e a cercare l’itinerario su misura per te! 

Chi siamo

Sartoria del viaggio è il tour operator per viaggi ricamati su tua misura. Naviga il sito e scopri tutte le destinazioni disponibili.

Hai una domanda?

Non esitare a chiamarci. Siamo un team di esperti felici di parlare con te.